LA FUSIONE A CERA PERSA

È una tecnica di fusione molto antica che permette di riprodurre oggetti molto complessi con sottosquadra e angoli negativi. La particolarità di questo tipo di fusione si concretizza nel fatto di realizzare ogni singolo pezzo prima in cera mediante degli stampi in gomma siliconica o vulcanizzata che permettono di creare modelli complessi sia come spessori che come forma e dimensioni. Queste cere vengono rivestite con un materiale che da semiliquido, (quindi che va a copiare i più piccoli particolari ) indurisce e diventa refrattario, in grado cioè di ricevere il metallo fuso. Dopo che il rivestimento si è indurito la cera, ancora contenuta in esso, viene sciolta e quindi evacuata dal refrattario; a questo punto il rivestimento diventa di fatto lo stampo nel quale colare il metallo prescelto.